Intervista a Vadim Zeland – maggio 2007

Intervista a Vadim Zeland – maggio 2007

Traduzione dal russo di Luciano Gianazza.


La serie di libri “Transurfing Reality” è un bestseller già da 3 anni. L’autore – il fondatore di una nuova scuola di filosofia pratica è uno scienziato che in passato ha studiato fisica quantistica.

Cos’è il Transurfing?

In generale, questa è la tecnica del sogno lucido durante lo stato di veglia. Svegliandoti in un sogno, acquisisci la possibilità di subordinare al tuo volere lo svolgimento degli eventi e fare cose incredibili, come volare. Imparare a volare in realtà per la persona media è quasi impossibile, ma ottenere il controllo degli eventi nel corso della vita è abbastanza fattibile. La realtà ha due forme: fisica, che è possibile toccare con le mani, e metafisica, che si trova al di là della percezione, ma non meno oggettiva. In un certo senso il mondo è uno specchio duale senza confini, su un lato del quale abbiamo l’universo materiale, e sull’altro si estende uno spazio metafisico di varianti – la struttura di informazioni che memorizza tutti i possibili scenari degli eventi. Il numero di possibilità è infinito. C’è registrato tutto ciò che è stato, è e sarà, e da lì arriva a noi tramite sogni, chiaroveggenza, conoscenza intuitiva e realizzazioni. Un uomo incantato dallo specchio della vita, ritiene che esso rifletta l’unica effettiva realtà. L’effetto specchio crea l’illusione che il mondo esterno esista di per sé e non può essere gestito. Come risultato, la tua vita diventa come un gioco in cui le regole non sono stabilite da te. Naturalmente ti è consentito fare qualsiasi tentativo di influenzare ciò che accade. Ma ti manca la cosa principale – non ti hanno insegnato i trucchi per diventare quello che lancia i dadi. Tuttavia se ci si scrolla di dosso la delusione e ci si guarda intorno, cominciano a succedere cose incredibili. E’ come uscire dal flusso degli eventi e trovarsi al centro di un caleidoscopio gigante, che ti ruota attorno proiettando le facce della realtà. Tu sei parte di questa realtà, e al tempo stesso, esisti separatamente, in modo indipendente.

Come sei arrivato a questa conoscenza?

La svolta decisiva avvenne quando capii che casino avevo fatto della mia vita. Dopo essere passato attraverso un processo lento e laborioso, si è aperta una sorta di canale attraverso il quale scorrevano le informazioni. La conoscenza dei principi della gestione della realtà mi è arrivata tramite un canale trascendente da cui continua ad essere trasmessa.

Parlaci della tua scoperta più interessante nel Transurfing?

Ciò che piace di più è il principio del coordinamento delle intenzioni. La vita umana, come qualsiasi altro movimento della materia, è una catena di causa ed effetto. Ogni evento nella linea della vita ha due diramazioni nello spazio delle varianti – una positiva e una negativa. Ogni qualvolta che ti trovi di fronte a un evento, effettui una scelta. Se consideri un evento positivo, vai a finire in un settore favorevole della linea della vita. Tuttavia, la tendenza alla negatività spesso ci conduce a esprimere insoddisfazione e a scegliere la direzione negativa. La successione dei problemi non sarebbe il guaio peggiore, ma come ti rapporti con essa. Se per contrasto preferissi considerare l’apparente evento negativo come positivo, allora tutto sarebbe diverso. Si potrebbe pensare che si tratta di ordinario ottimismo e che non c’è nulla di nuovo qui. Tuttavia, anche se fossi almeno tre volte più ottimista, non riusciresti in ogni circostanza a mantenere il buonumore, se sei sano di mente. L’ottimista spera solo che tutto vada bene, ma lo fa inconsciamente, perché quella è la sua natura. E se io fossi un pessimista, come questo è il caso, che posso fare? Come  si può convincere qualcuno con il trito e ritrito “andrà tutto bene”? Se capita una grossa noia, dichiarando tale “tutto andrà bene” capovolgerà la situazione.  Funziona al cento per cento – tutto alla fine andrà bene. Sono io che dirigo la realtà è non  viceversa.

Pensi che ora io sia un altro? Non del tutto – ho cambiato il mio atteggiamento, pur restando me stesso – sempre lo stesso pessimista. Ma formando il pensiero intenzionalmente, attuando il meccanismo delle intenzioni esterne che opera dal retro, il lato metafisico dello specchio duale. Come risultato, la variante si materializza, si incarna nella realtà.

Parlaci della scuola del Transurfing

Ci sono leggi oggettive, seguendo le quali quale una persona sviluppa gradualmente nuove regole di vita e raggiunge nuovi risultati. L’essenza di queste leggi è semplice: conoscenza – pratica – comprensione. Dopo aver letto il libro, si ottiene la conoscenza che però senza l’applicazione pratica alla fine verrebbe persa. Il passo successivo – si inizia a praticare la conoscenza acquisita. Come risultato avviene infine la comprensione. Gli studenti acquisiscono passo dopo passo le abilità e le mettono in pratica, riconoscendo la differenza tra il desiderio e l’intenzione.

Come vedi l’uomo moderno?

Il vantaggio dell’uomo moderno è che ha accesso ad una vasta rete di informazione e di telecomunicazioni E in questo risiede la sua vulnerabilità. Nel corso degli ultimi anni questa rete ci ha portato un gran numero di nuove dipendenze: il cibo è stato trasformato in mangime che causa l’obesità, sono stati creati giochi di realtà virtuale,  esiste ora la dipendenza da Internet, senza telefoni cellulari le persone soffrono di periodi di depressione e solitudine. La cosa peggiore per un uomo schiavo del sistema è che perde non solo la libertà di scelta, ma comincia a volere esattamente ciò che il sistema provvede. Così è come Matrix viene costruita. E tu pensavi che fossero fantasie?

Che cosa dovrebbero realmente fare le persone?

Osare di essere se stessi. Il vero successo viene perseguito da quelli che osano. Quando un gruppo di persone inizia a pensare e ad agire in una direzione, questo non passa inosservato. Ogni struttura (Stato, impresa, comunità) forma un pendolo che torreggia su di essa come sovrastruttura di energia. La struttura è controllata da un pendolo, così come il lavoro di un meccanismo automatico è controllato da algoritmi. I membri della struttura sono in grado di eseguire azioni arbitrarie, ma non sono liberi nelle loro motivazioni e sono costretti inconsciamente ad agire nell’interesse generale della struttura. Non si può dire che i pendoli siano una forza del male. Sono più simili alle piante parassite o a qualche programma pseudo-senziente, che, essendo integrati nella struttura, ne determinano il comportamento. Il pericolo è che partecipando a un pendolo qualsiasi, l’uomo diventa suo schiavo, si perde e cessa di capire chi è e cosa vuole. In parole povere, ogni volta si deve essere consapevoli di quello che si sta facendo e perché.

Se la società imparerà a fondo il Transurfing che cosa l’attende?

Il Transurfing, la conoscenza, non è per tutti. Essa accetta solo quelli che sono in grado di svegliarsi. La maggior parte delle persone sono in un sonno profondo, anche se pensano di essere svegli. Ciò che veramente ci attende nel futuro, nessuno lo può prevedere. Non possiamo credere né agli scienziati né ai chiaroveggenti. Nello spazio di informazione c’è un numero infinito di varianti del futuro. Il veggente vede solo una delle tante combinazioni. Non c’è alcuna garanzia che quella combinazione faccia parte del settore delle informazioni che verranno attuate. Ma se uno crede nelle previsioni di altre persone e prende sul serio i sogni, involontariamente persegue una forma pensiero che può realizzarsi. Otteniamo sempre esattamente ciò in cui crediamo.

Come possiamo vivere bene?

Devi prestare attenzione a cosa sta succedendo nella tua testa – osservare ciò che pensi. Il mondo è uno specchio, e in quanto tale non invia di per sé pensieri negativi, può solo rifletterli. Correggiti ogni volta che parli e pensi che le persone intorno a te sono cattive. Ora che sai come la realtà è collegata ai tuoi pensieri, scendi giù in strada e pensa di esserti svegliato in un sogno. Tutto ciò che sta accadendo intorno è un “sogno”. Tutte le persone, te compreso, sono dei sognatori. Solo che ora la tua storia è fuori dal sogno. Sei sceso in platea a vedere dall’esterno cosa succede sul palco. Il sogno non ha più alcun potere su di te.

Regole di Vadim Zeland

Non credo che la vita umana possa essere migliorata con la rivelazione dei “dieci segreti del successo”. Anche perché, se non altro, ad ogni persona occorrerebbe una serie individuale di questi “segreti”. Le regole generali per la gestione della realtà secondo i concetti del Transurfing possono essere formulati come i “sette principi dello specchio”.

  1. Il mondo, come uno specchio, riflette il tuo atteggiamento.

  2. Il riflesso si forma nell’unità di anima e mente.

  3. Lo specchio della dualità riflette con un ritardo.

  4. Lo specchio rileva il contenuto delle relazioni, ignorandone la provenienza.

  5. Non pensare a quello che non vuoi, ma a ciò che ti stai sforzando di raggiungere.

  6. Lascia andare la presa e permetti al mondo di muoversi con le varianti attuali.

  7. Percepisci qualsiasi cosa come un segnale positivo.

vadim zeland libri